Nutriamoci d’Estate ! Un post e una ricetta da Monica Martino, biologa nutrizionista .

Mie care,

potevamo affrontare la pienezza dell’estate senza i consigli nutrizionali di Monica Martino, la biologa nutrizionista che da tempo condivide generosamente intervistesuggerimenti e prelibate ricette? Certamente no!

Diamo quindi la parola a lei, sempre attenta – in particolare – alle allergie e intolleranze alimentari.

NUTRIAMOCI D’ESTATE di Monica Martino.

Durante la stagione estiva capita di modificare i ritmi, e di conseguenza saltare i pasti o magari… farne il doppio.

Anche se siamo in vacanza, ricordiamo che sarebbe meglio non alterare troppo il ritmo di vita e le abitudini alimentari.

Come mangiare in estate, quindi?

Il pieno di energie si fa con la colazione (vale anche e soprattutto per i bambini), prima di tutto.

Poi, sia a casa sia al ristorante, prediligete i piatti unici ed lasciate perdere il menu tradizionale con il primo, il secondo ecc.

Abbondate con la frutta e la verdura – in questa stagione è particolarmente colorata e ricca – in modo da ottenere tutti i benefici di nutrienti e antiossidanti, evitando il più possibile cibi grassi ed elaborati.

Non dimenticate di bere tantissimo, specie se passate le giornate al sole! Tre litri d’acqua al giorno potranno bastare :-)

Se dovessi dire una sola cosa sul piatto ideale per l’estate, vi direi che deve essere ricco in principi nutritivi essenziali come vitamine e sali minerali con azione antiossidante: ad esempio le vitamine A-B-C-D-E, il coenzima Q10, magnesio, fosforo, iodio, calcio,  potassio, sodio e cloro, ferro e zinco.

Consigli alimentari per… l’abbronzatura.

Con il consumo di alimenti specifici abbiamo una maggiore probabilità di ottenere un’abbronzatura più uniforme e duratura, aumentando la resistenza della pelle al sole.

Quindi largo ai cibi ricchi in:

  • beta-carotene, per aiutare la sintesi di melanina, quindi ortaggi e frutta di colore arancio e giallo
  • sostanze antiossidanti, che limitano i danni dei raggi UV sulla pelle come l’invecchiamento cutaneo… largo quindi alle ciliegie, all’ananas, alla lattuga, alla frutta secca, ai pomodori, ai peperoni…

E l’intestino?

La stagione estiva mette a dura prova il nostro intestino: caldo, attività giornaliere e serali, viaggi e alimentazione disordinata portano a squilibri della flora intestinale con ripercussioni su tutto l’organismo.

Quindi i pasti consigliabili sono sempre leggeri, con basso contenuto di sodio (aggiunto); da evitare caffeina e alcol.

Fare più attività fisica possibile, ed integrare sempre con prebiotici (fibre da cereali, frutta e verdura) e probiotici (yogurt,  fermenti lattici vivi).

Un pensiero per le caviglie delle signore…

Capita, in estate, che le caviglie tendano a gonfiarsi: per questo è molto utile alimentarsi con cibi vegetali contenenti flavonoidi (frutti rossi soprattutto).

L’ideale sarebbe assumere, in concomitanza, integratori naturali a base di betulla, cardo mariano e tarassaco per aiutare il sistema linfatico, e mirtillo e centella asiatica per migliorare la circolazione ed evitare quei fastidiosi crampi notturni che a volte disturbano il sonno.

Tornando all’argomento cibo… teniamo sempre presente che in estate possiamo sostituire il pasto con frullati e gelati… come questo che segue. Buona estate a tutte e a tutti!

La ricetta di Monica Martino: Gelato Home-Made alla FruttaGelato alla frutta di Monica Martino per Matilde Vicenzi

Ingredienti ricetta:

  • Frutta di stagione tagliata a pezzi e precedentemente messa in freezer (io ho scelto pesche, banane e ciliegie duroni di Villanova d’Arda)
  • Latte di riso q.b.
  • Panna da montare vegetale già zuccherata

Preparazione dolce:

  1. In un tritatutto mettere la frutta congelata (decidete voi se fare gusti separati o mischiarli) con poco latte di riso e iniziare a frullare.
  2. Aggiungere la panna (potete fare circa 200 mL per ogni tipo di frutto) e frullare ancora finchè non si ottiene un composto cremoso ma molto denso.
  3. Trasferire in contenitori (meglio in acciaio o vetro) e riporre in freezer.
  4. Ogni 30 min per 3 ore mescolare i gelati
  5. Prima di servire lasciare a temperatura ambiente per 5 min.

Nutrisrsi d'Estate, dal blog di Matilde Vicenzi

Decorare la tavola d’inverno : consigli, suggerimenti e belle immagini , dalla vostra Matilde Vicenzi .

Tavola-inverno-Matilde-VicenziCare amiche,

l’arte di preparare la tavola ha molto a che fare con la stagione dell’anno.

Lo sappiamo bene noi, appassionate di cucina, quanto i ritmi della natura siano importanti per le specialità che impiattiamo ogni giorno!

Lo stesso vale per ciò che sta intorno ai piatti, quel che molti chiamano mise-en-place o table setting.

Sulla decorazione della tavola invernale, ho le mie idee, e oggi vorrei condividerle con voi, per far sì che gli ospiti si ritrovino piacevolmente alle nostre tavole… anche se il termometro è sotto zero!

1 – Fa freddo, riscaldiamo l’atmosfera con una o più candele

2 – L’inverno è la stagione del bianco: bianche siano le tovaglie, i centrotavola e – perché no – le specialità che serviamo

3 – Cerchiamo la sobrietà: il freddo e il bianco suggeriscono una tavola essenziale, semplice ed elegante

4 – Non rinunciamo a un elemento naturale, anche se fa freddo: bastano un ramo di pino e una pigna per dare un sapore

5 – Se il contesto lo permette, lasciamo “sentire” un po’ di legno intorno ai nostri piatti: scopriamo le venature del tavolo, ad esempio, usando un runner centrale invece della tovaglia

6 – Sul bianco i colori risaltano, valutiamo un tocco di colore: giacinti e violette sono fiori di stagione dalla gradevole tonalità viola

7 – Non trascuriamo la possibilità di mangiare all’aperto, specie in località imbiancate dalla neve… un menu calorico e una compagnia non troppo freddolosa possono fare onore a tavole davvero belle

E dopo i suggerimenti, le suggestioni visive: dalla mia bacheca Pinterest “La Tavola dell’Inverno” una piccola selezione di immagini.

A presto, care amiche, e fatemi sapere le vostre scelte in fatto di tavole invernali!

Bella-tavola-inverno-Matilde

Table-setting-invernale

Decorare la tavola d'inverno: consigli di Matilde Vicenzi

Bella-tavola-Matilde-Vicenzi

Mise-en-place-inverno 

Come servire il dolce nei party a buffet .

Buffet di dolciCare amiche, avete molti invitati, la ricorrenza è informale e volete stare in mezzo agli ospiti passando il meno tempo possibile in cucina?

Una cena a buffet è perfetta e, in questi casi, per servire il dolce diamo il via libera al finger food anche nel dessert.

Invece della classica torta potete quindi preparare piccole brioche di pastasfoglia, Cupcake, mini-muffin, macarons, pasticcini o le mie Millefoglie d’Italia.Mini dolci per cena a buffet

Gli spiedini con la frutta poi non possono mancare, oltre ad essere molto comodi da mangiare in piedi, nello stesso tempo, sono molto decorativi e pieni di colori, doneranno un effetto molto vivace alla vostra mise en place.

Mi raccomando divertitevi con piatti, coppette e ciotoline, osate con gradazioni e sfumature, i dessert al cucchiaio vi daranno la possibilità di sbizzarrirvi con bicchierini di tutte le forme, in plastica o vetro, per i budini o tutte le varianti raffinate di tiramisù monoporzione che volete.

Piccoli deliziosi tiramisu

 

 

Intervista ad Anna Pierri, foodblogger di “briciole in cucina”.

Anna Pierri per MatildeAbbiamo scoperto Anna Pierri e l’abbiamo amata subito per il suo modo di approcciarsi al mondo del “senza glutine”.

Il suo blog “briciole in cucina” è stato una rivelazione!

Dopo aver incontrato Anna online, le abbiamo chiesto di rispondere a qualche domanda. Ecco la nostra intervista, buona lettura!

Matilde Vicenzi: Anna, ci parli della tua passione per i dolci? Com’è nata, come si è sviluppata e cosa significa per te…

Anna Pierri: Pur non essendo una mangiona, adoro preparare i dolci, soprattutto per i miei cari, lo trovo un gesto d’affetto, una coccola che non dovrebbe mai mancare.

Più che cucinare, pasticcio, in cucina invento all’ultimo minuto, non seguo mai alla lettera una ricetta, metto sempre del mio, proprio per rendere unica una preparazione.

MV: Le tue ricette, sempre squisite e ben presentate, riguardano il mondo del “senza glutine”. Per quale motivo? Senti questa impostazione come un limite o come una opportunità?

AP: Insieme alla cucina ho scoperto la fotografia, adoro cogliere gli attimi, le sfumature di un momento, la luce che filtra su un dolce o un piatto appena sfornato.Anna Pierri

A volte preparo i piatti anche in base al mio umore, rispecchiano la mia personalità un po’ estrosa e introversa.

Le mie ricette sono senza glutine, perché a un certo punto della mia vita, mi si è presentata la “Celiachia”. Signora alquanto viziosa che vuole piatti preparati con cura, con amore di ingredienti.

La celiachia dona tempo a chi non ne ha, non si può preparare una frolla qualunque. Ogni volta vanno selezionati gli ingredienti: farina di riso, farina di castagne, farina di mandorle…

MV: E la rete? Che rapporto hai con gli strumenti di condivisione (blog, social network) e con le persone online?

AP: Saperla usare nel modo giusto diventa fonte inesauribile di opportunità, è grazie alla rete e al mio studio giornaliero se tutto ciò che faccio è diventato realtà e sapori. Poi si ha la possibilità di conoscere delle persone meravigliose con le quali si instaura un rapporto che va al di là di un clic. 

MV: Come hai scoperto “MatildeTiramiSu”?

AP: Conosco e apprezzo Matilde Vicenzi da sempre, trovo i prodotti ottimi e la cura nel presentarli sempre discreta ed elegante, ma capace al tempo stesso di catturare l’attenzione.

MV: Infine, qual è il dolce dei tuoi sogni?

AP: Non ho un dolce dei miei sogni, ma un sogno dolce… aspetto la fine di un incantesimo per poterlo realizzare nella migliore delle presentazioni…

Grazie per il tempo che mi avete dedicato, auguro una dolcissima giornata a tutti voi.

Grazie a te cara Anna per le tue risposte, per la tua passione e per la tua dedizione!

Potete seguire Anna anche sul suo blog, su Twitter e sulla sua pagina Facebook.

Anche in Agosto, puoi giocare e vincere 4 premi alla settimana con “Amiche di Matilde”!

Concorso Matilde Vicenzi Seletti

Care Amiche,

tra le tante cose belle del nostro concorso “Amiche di Matilde”, c’è che… non va in vacanza!

Si può continuare a giocare, e a vincere ben 4 volte alla settimana i premi dalle collezioni di porcellane Seletti, le bellissime I-Wares e Versailles Fluò: pezzi in grado di rendere ancora più belle le vostre tavole.

Vi ricordo che per partecipare è sufficiente acquistare una di queste mie specialità: le Millefoglie d’Italia, gli Amaretti d’Italia e i Savoiardi Vicenzovo (insostituibili per i vostri Tirami Su, anche estivi), avendo naturalmente cura di scegliere le confezioni personalizzate per il concorso.

Nelle confezioni si trova un codice, da inserire sul sito del concorso e voilà: potrete vincere sia uno dei 4 premi settimanali, sia un week-end di gusto e bon ton a Verona per tre coppie di vincitori, con Chiara Maci!

Premio Weekend a Verona Concorso Matilde Vicenzi